Figura notturna

Litografia

Tecnica molto antica. Consiste nel disegnare sulla pietra litografica dopo vari passaggi e trattamenti di quest’ultima. La stampa avviene foglio per foglio attraverso l’uso di torchi litografici che imprimono il disegno sulla carta precedentemente inumidita. Apprende ed acquisisce una grande padronanza della tecnica nella base internazionale di grafica di Samokov in Bulgaria. Al suo ritorno a Siena porta con se un diploma in arti grafiche e un torchio litografico costruito e donatogli dagli stampatori della capitale.

LA MIA LITOGRAFIA

La litografia (dal greco lithos "pietra" e gràphein "scrivere") é considerata, fra le altre, la tecnica grafica più importante. Dalla scoperta avvenuta nel 1796 a Solnhofen (Germania) non era passato molto tempo che l'impiego della pietra fu sostituito da lastre di acciaio o di zinco. Questi cambiamenti hanno mantenuto a questa tecnica, senza giustificazione tranne quella economica, il nome di litografia. E questo nonostante che numerosi grandi artisti quali Goya o Picasso abbiano utilizzato per i loro lavori pietre litografiche.

A Sofia, dove ho soggiornato a lungo su invito del Ministero della Cultura bulgaro, la base litografica impiegava matrici lito importate direttamente da Solnhofen quando in Italia non c'erano più le stamperie, sparite con i torchi, le pietre e l'altro materiale litografico. Una esperienza, quella bulgara, entusiasmante, durante la quale il Maestro litografo Liubomir Yordanov ha sostenuto con passione e vera amicizia il mio lavoro di apprendimento e frequentando insieme anche la base internazionale di litografia di Samocov dove ho conseguito il diploma in tecniche grafiche. Ho lasciato questa Nazione e i suoi amici stampatori con un dono originalissimo: un torchio particolare la cui unicità consiste nello stampare ogni tecnica grafica, dalla litografia all'acquaforte. Un torchio costruitomi clandestinamente durante il governo comunista. L'esperienza bulgara si ripeterà più volte in altre parti del mondo.

Il principio su cui si basa la litografia é molto semplice. Un particolare tipo di pietra, composta principalmente da carbonato di calcio, opportunamente levigata viene quindi disegnata con una matita grassa. La lastra ha la peculiarità di trattenere nelle parti non disegnate un sottile velo d'acqua che il grasso invece respinge. Passando mediante un rullo l'inchiostro sulla pietra così trattata, esso é respinto dalle parti inumidite e trattenuto dalle parti grasse. Al torchio, perciò, il foglio di carta riceve solo l'inchiostro che si deposita sulle parti disegnate e non sulle altre. I fogli inumiditi sono poi messi ad asciugare.